giovedì 18 giugno 2015

BOCCONOTTI: DALLA TRADIZIONE DOLCIARIA POVERA ALLE NOSTRE TAVOLE


Tempo di confetture e di dolci da forno per la mattina… ancora non fa troppo caldo ed ancora fa piacere sfornare qualcosa di dolce che suoni come una coccola per i nostri cari: mariti, figli o per se stessi, ogni mattina il profumo di qualcosa appena uscito dal forno, con lo zucchero che caramella ed emana un odore che dovrebbe essere quello dell’ingresso in paradiso, può essere il buongiorno più amorevole che si possa desiderare.

Nel mio caso, non ho sfornato per qualcuno in particolare ma mi andava di usare la confettura di fragole fatta meno di un mese fa, e con la scusa ho preparato dei bocconotti.


Si tratta di paste frolle ripiene tipiche delle nostre zone, i bocconotti vengono preparati per le occasioni importanti come battesimi, comunioni e matrimoni insieme ad altri dolci secchi che hanno la peculiarità di potersi mantenere a lungo senza rovinare le caratteristiche organolettiche del dolce e senza ammuffirsi o andare comunque a male. Un dolce semplice, di sicuro effetto, che chiunque è convinto di sapere fare, la cui ricetta è diversa di casa in casa, e che si è certamente imparato a fare dalle nonne o dalle sagge donne anziane del vicinato che si riunivano in occasione dei preparativi per le occasioni che vi accennavo prima. Tra le tante peculiarità dei bocconotti a mio avviso c’è lo strutto di maiale, che deve essere bianco e profumato, non più vecchio di 8- 10 mesi, a meno che non venga congelato. Altra caratteristica importantissima sono le uova fresche e possibilmente di giornata da galline allevate a terra. Non devono poi assolutamente mancare gli stampi per bocconotti, che raffigurano fiori o rombi o ovali con una sorta di merlettatura intorno che rendono il dolce da mangiare  anche con gli occhi senza ulteriori orpelli.

OK finite le premesse necessarie, la ricetta che  si usa in casa mia è semplice e efficace:

ingredienti per 30 bocconotti (considerati gli appositi stampini):

3 uova medio grandi

200 g

lunedì 15 giugno 2015

STAY TUNED, NEW POSTS ARE ARRIVING!


In attesa di fare un miliardo di cose ( tra cui vedere uno dei film adolescenziali che più mi ha incollato allo schermo nonostante la mia veneranda età di non più ragazzina, fare nuovi gioielli, aver iniziato e voler sapere come finiscono 3 libri, dedicarmi un po’ tempo per arrivare all’estate in ordine, scrivere nuovi post con nuove idee e creazioni) sembra che le ore e le settimane stiano volando, inglobando ogni istante della mia vita e risucchiandone ogni energia, senza riuscire ancora a mettere in pratica quanto detto. Il fine settimana passa sempre troppo veloce, inizia e finisce come se fosse trascorsa solo una nottata durante la quale ho dormito, quindi non ho partorito nulla. Certe volte mi sembra di essere incapace di fare altro: possibile che a 30 anni non riesca a concludere nulla se non poche cose che ripeto automaticamente ormai da anni? Questa verità un po’ mi sconvolge! Ma per ora posso solo dirvi che in testa mi frullano moltissime idee… che voglio mostrarvi quanto prima e voglio rendervi partecipi di modi e tecniche nuove o vecchie che siano per metterle in pratica!

Vi lascio con un caloroso o fresco saluto se preferite: ci risentiamo tra pochissimi giorni per un nuovo post, probabilmente culinario e dolcissimo. Se vi va, continuate a dare una sbirciatina!

Baci baci a prestissimo Catia