martedì 29 aprile 2014

FAVE E PASTA!


Rieccomi qui, nuovamente inebriata dalla primavera e da ciò che la natura regala: tanti fiori dalle mille varianti, allegri e che suscitano anche tante allergie, alberi in fervente attività produttiva, ortaggi verdi e profumati e insettini che allegri cianciallano! Beati loro!

In occasione di questo post, voglio presentarvi una pasta con le fave, ortaggio di stagione, abbondante e dolce che ben si accompagna al salato di un sughetto al finocchio, che qui a casa mia è un must nel periodo delle fave, o alla decisione del guanciale o della pancetta e del pane come spuntino!

Vi do gli ingredienti:

fave fresche

cipolla tritata

lunedì 28 aprile 2014

MOUSSE DELICATA PER FESTEGGIARE NUOVI TRAGUARDI!


 Oggi è un giorno speciale! 37 mesi insieme al mio amore e ogni mese cerco di ricreare un piccolo dolce da mangiare in 2, delicato, al cucchiaio possibilmente, fresco e che trasmetta tutto l’amore che provo e che lasci trapelare quanta attenzione e dedizione ho dedicato alla preparazione. Per l’occasione ho scelto qualcosa che ancora ricordi la Pasqua in una veste inconsueta: la colomba classica.
 
Ho preparato una sorta di mousse leggera solo nella consistenza, perché in quanto a calorie lascio immaginare quante ne possa contenere. Inoltre, chiamarla mousse è sbagliato: tecnicamente sarebbe una crema diplomatica ( quindi base pasticcera e panna montata) 4 volte aromatizzata (cioè con rhum, vaniglia, arancia e limone), così l’effetto finale ricorda molto i dolci della pasticceria acquistata.

domenica 27 aprile 2014

PROGETTO PERLE PER BAMBINE.


Ciao a tutti, come state? Oggi passo molto velocemente per farvi vedere una sorta di work in progress! Mi hanno commissionato dei gioiellini per bambine, basati sulle perle di carta. Ho quindi fatto degli esperimenti definiamoli ‘grafici’, cioè ho fatto delle perline e le ho smaltate con colori che considero adatti ad un’età compresa tra i 6 e i 12 anni. Sulla base smaltata ho poi applicato un altro colore a contrasto per ottenere dei motivi delicati, floreali o che ricordino animaletti porta- fortuna come le coccinelle. Oltre alle perle, ho realizzato con la tecnica quilling una piccola margherita che considero veramente graziosa!


Oltre alla parte pratica, per l’occasione mi sono anche documentata un po’ su internet per le lunghezze di bracciali e collane per bambini. Ecco cosa ho scoperto:

BRACCIALI BIMBI:           neonati 10,15 cm

                                               3- 6 mesi 11,4 cm

                                               6- 12 mesi 12,05 cm

                                               18- 24 mesi 12,7 cm

                                               2 anni 14,1 cm

                                               3 anni 14,6 cm

                                               Da 4 anni in avanti 16,5- 17,1

Quest’ultima misura corrisponde alla extra- small femminile, adatta anche a chi ha un polso esile.

COLLANE BIMBI:              standard 35- 40 cm

Vi lascio alcune immagini dei risultati … se avete voglia, fatemi sapere quale preferite!






A presto, baci baci, Catia

 

PRIMAVERA RICORDANDO LA PASQUA!


Buongiorno e bentrovati a tutti, come state? Trascorsa bene la giornata di liberazione? Ed oggi avete assistito alla proclamazione dei due papi santi? Bene, allora volevo deliziarvi con 2 forme prettamente pasquali di quei dolci che noi, in quel di Calabria, chiamiamo TORTANI e facciamo in versione principalmente dolce in modo da poterli inzuppare nel latte o accompagnarli al caffè o alle merende di metà mattina e pomeriggio.  
Li abbiamo fatti per Pasqua, è ovvio, e in quantità tali da esser donati a vicini e parenti ma qualcuno rimane sempre e per non sprecare cibo imbustiamo in sacchetti da congelatore e congeliamo. Vi spiego per grandi linee come li prepariamo qui in casa mia (il segreto, ahimè, è che tutto viene misurato ad occhio!) considerando una quantitativo di farina che si aggira intorno a 5-6 kg:

Lievito madre+ 1 lievito di birra

1 l circa di latte

martedì 22 aprile 2014

DOLCE PASQUA: FOCACCIA VENETA riproposta da una calabrese!

Pasqua appena trascorsa tra dolci e dolcini vari ... prodotti di pasticceria industriale come le care colombe in tutte le salse e tanta cioccolata al latte e poi prodotti artigianali, fatti cuocere nel nostro forno a legna, con uova fresche e ingredienti a km zero o quasi. Ogni volta è un dilemma scegliere tra l'una o l'altra categoria, alla fine vengono mangiati tutti i tipi di derivati dello zucchero con gran caos per il colesterolo e il giro vita. Ma almeno siamo pervasi da quella sensazione goduriosa di appagamento dei sensi: ci sentiamo meglio solo annusando gli aromi della Pasqua e quando arriviamo a tastare con le papille gustative le consistenze soffici o croccanti raggiungiamo il punto più alto del piacere in cucina. E il bello è che durante le feste c'è veramente spazio per tutti i gusti e le età, così stranamente siamo tutti un po' più tranquilli e distesi!
Personalmente, ho voluto fare in casa la focaccia veneta proposta qui http://formineemattarello.blogspot.it/2013/02/focaccia-veneta-di-pasqua-fugassa.html, che solo guardandola tramite le immagini della blogger Stefania fa venire l'acquolina! E' soffice, delicata, nobile: ricorda i più sofisticati dolci da pasticceria, eppure è tutta fatta in casa e sicuramente è più sana di tante altre cose che si acquistano e le cui etichette risultano incomprensibili del tutto. Certo, la mia versione, anche se è stata eseguita passo passo rileggendo la ricetta originaria, già visivamente è diversa: ma del resto come poteva non essere così???
Mi piace cimentarmi in ricette non necessariamente tipiche, immaginando solo quale possa essere la consistenza ed il sapore. Beh, spero bene!
Vi lascio il mio esperimento, corredato da alcuni scatti (come sempre scusate la qualità!)!

LIEVITINO ottenuto con 20 g lievito di birra fresco, 50 g farina (metà manitoba e metà 00), 1 cucchiaio di zucchero bianco, mezzo bicchiere di latte tiepido (riscaldato al microonde per 30 sec) e lasciato crescere per 40 minuti circa.

IMPASTO 1: lievitino impastato insieme a 1 cucchiaio di zucchero, 1 uovo, 150 g farina mista. Ho lavorato il tutto in planetaria per circa 15 minuti e poi ho aggiunto 30 g di margarina. Ho messo a lievitare il tutto per più di un'ora.

sabato 19 aprile 2014

REGALI DI PASQUA ... ECCOLI!

Ciao a tutti, come state a meno di 12 ore dalla Pasqua? Avete ricevuto tante uova di cioccolato? O qualche dono sfizioso per l'occasione? Ho il piacere di farvi dare un'occhiata alle mie creazioni di carta che sto donando in questi giorni ad alcuni parenti ed amici!

Devo ammettere che il lavoro è stato piuttosto lungo: taglia, incolla, colora, decora con tovaglioli dalla fantasia particolare, impermeabilizza, lascia asciugare benissimo, fai una bella confezione! Alla fine però il risultato non è affatto male, da le sue soddisfazioni!

domenica 13 aprile 2014

ASPETTANDO LA DOLCEZZA DELLA PASQUA!

Ciao a tutti, rieccomi sul blog dopo una assenza di qualche giorno presa dalle creazioni di alcuni doni per la Pasqua. Torno a scrivervi lasciandovi immaginare il profumo che una tenerissima torta al cacao possa lasciare nei meandri della cucina e non solo. Una torta veloce nella preparazione e tutto sommato di breve cottura, si mangia in ancor meno tempo di quanto ne occorra per approntarla!

 
Ditemi se solo a guardarla non viene fame! Inoltre, a guardarla direste che è a base di cioccolato, quindi basta uno sguardo per far sorridere il cuore!
La ricetta l'ho presa da qui http://blog.giallozafferano.it/hovogliadidolce/torta-al-cioccolato-in-5-minuti-ricetta/#, modificando come sempre le dosi, ovvero riducendo l'impasto a metà:

venerdì 4 aprile 2014

PROVE DEI REGALI DI PASQUA!

Ciao a tutti, rieccomi qui tra voi!
Oggi passo solo a farvi un salutino veloce, e vi lascio alcune fotografie di un paio di idee che pensavo di assemblare per Pasqua e di cui far dono ad alcune persone care!
 
Borsetta di carta:
 







Coppetta porta caramelle:


 
Thanks for your attention and keep follow me!
Baci baci Catia