martedì 6 febbraio 2018

Crema al latte. Una idea senza uova squisita per qualsiasi dessert.

Ciao come state amici che mi leggete di solito o per sbaglio di passaggio?

Oggi una ricettina ottima e semplice: crema al latte, senza uova e di sicura riuscita.

La ricetta la trovate un po ovunque online, ecco quella che ho usato:


250 g panna da montare
200 g latte
20 g farina
50 g zucchero
Aromi a piacere

Si mette a bollire il latte. In una ciotola passare al setaccio farina e zucchero. Unirli al latte caldo mescolando a fuoco spento. Cuocere la crema per qualche minuto fino a raggiungere la consistenza della crema pasticcera. Aggiungere un aroma a piacere. Far raffreddare.
A parte montare la panna.


Unire panna e crema fredda, mescolando dal basso verso l'alto per non smontare il tutto.
Si può usare per riempire delle basi o bignè o altri dolci o usarla al cucchiaio.



Ottima da sola e speciale come accompagnamento. Deliziosa!
Provatela e a prestissimo. Baci Catia

mercoledì 10 gennaio 2018

RISOTTO 2 FORMAGGI E RADICCHIO

Ciao a tutti, come è iniziato questo 2018?

Oggi ancora una ricettina, calda e coccolosa, con il buonissimo radicchio di stagione  e la filante cremosità di Asiago e Emmentaler, oltre al classico Grana o Parmigiano.: il risotto 2 formaggi (in realtà sarebbero tre!) e radicchio.



Per la preparazione, per 2- 3 persone (dipende da che fame si ha o da quanto mangiano in generale!), procuratevi:

200 g riso
2 radicchi non molto grandi
cipolla
olio
acqua calda salata o con dado granulare fatto in casa (non esagerate però!)
150 g tra Emmental e Asiago
50 g grana o parmigiano grattugiato
pepe nero macinato al momento


L'esecuzione è veramente molto semplice:
preparate un soffritto di cipolla e olio e poi metteteci a sudare il radicchio lavato e tagliato a listarelle sottili. Fatelo appassire bene, e se vi va metteteci un goccio di vino rosso.
Aggiungete il riso, fatelo insaporire un paio di minuti girandolo, e poi iniziate ad aggiungere l'acqua o il brodo poco salato.

portate a cottura e spegnete lasciando il riso un poco umido e cremoso. A questo punto aggiungete i formaggi a cubetti e grattugiato e mescolate bene. se vi piace mettete del pepe nero e servite!

Ve ne innamorerete ne sono certa, perchè è semplice ma delizioso!

Baci baci a presto, Catia


martedì 2 gennaio 2018

Pouff handmade per le mie Pello IKEA e il mio divano.

Buondi a tutti, come va? Il primo dell'anno 2018 è finito e così il secondo giorno! E con esso vi mostro il mio pouff totally recycled e handmade per la mia poltrona Pello IKEA...


Eccolo qui sopra, con coperchio cuscino e con un comodo e capiente vano al suo interno per i plaid ma anche per avere un contenitore in più in sala.

Vi dicevo totally recycled in quanto sono partita da  scatoloni di carta, di quelli che trovate vicino ai compattatori o alle uscite dei magazzini dei supermercati, da buttare.
Si, sono tornata alla mia passione: la carta! Per oggetti di casa, non più bijoux, ma non potevo farne a meno, per questo progetto poi è perfetta!

Io ho usato uno scatolone 43*30*34 cm per l'esterno e vari strati per rimpicciolire e irrobustire l'interno.



Come vedete sono diversi strati per i lati ma anche il fondo, visto che volevo render il pouff adatto anche alla seduta!
Una volta incollati i vari strati con colla a caldo ( è veloce, altrimenti CN la vinilica avrei ottenuto un lavoro più resistente lo so, ma c sarebbe voluto ancor più tempo!), ho reso un tutt'uno i bordi con 2 strati di pezzetti di giornale incollati con colla vinilica e acqua in proporzione di 1:1.



Una volta asciutti i bordi, sono passata a incollare del cartoncino rosso all'interno per rifinirlo ( inizialmente avevo pensato a del tessuto, ma poi ho risparmiato e velocizzato un po il tutto, essendo un progetto che avevo in cantiere da agosto e che volevo assolutamente terminare per natale!). Ho conservato un rettangolo di cartoncino per rifinire il fondo.


Con della stoffa rossa (1,50 m*42 cm) ho cucito l'involucro esterno del pouff, con un margine di cucitura di 2 cm. Ho infilato la struttura all'interno di questo vestito che calza perfettamente, l'ho fissata all'interno in modo da coprire per un cm il cartoncino e sotto per un altro cm circa con la colla a caldo. Ho poi applicato il cartoncino di finitura sotto, sempre con la colla a caldo.

Per il coperchio ho usato degli altri strati di carta, possibilmente interi, spessi e resistenti. Li ho incollati tra di loro e fissati meglio con un generoso giro di scotch trasparente tutto intorno.
Per l'imbottitura ho usato un pezzo di un trapuntino IKEA da cui avevo ricavato una copertina da passeggino, piegato in 4.
Ho creato un cuscino sfoderabile con la stessa stoffa del vestito del pouff ed eccolo qui:



Prontissimo per le nostre serate davanti alla TV e alla stufa!!! 
Un progetto che per me è stato lungo a causa d molti piccoli impegni, ma alla fine è riuscito in tutto il suo splendore! E non contenta, ne ho fatto un secondo, visto che le poltrone sono 2!

Baci baci e a prestissimo! Catia.

sabato 30 dicembre 2017

Cenone di capodanno 3: secondi piatti.

Due idee per i secondi piatti del cenone. In realtà si tratta di due arrosti di carne, ma se non vi va sceglietene solo uno e l'altro sarà il cotechino o del pesce. Vedete un po voi, io vi lascio queste due idee:

Arrosto di tacchino con spinaci e prosciutto crudo


Arrosto di lonza di maiale al latte



Per l'arrosto di tacchino:

1 fetta di petto di tacchino da 1 kg
100 g spinaci in foglia freschi
50 g prosciutto crudo
100 g provolone dolce
Spago o rete

Fatevi preparare il petto di tacchino aperto a libro, distribuite gli spinaci, il provolone e il prosciutto e chiudere bene con dello spago da macelleria.

Fate rosolare tutti i lati in qualche cucchiaio di olio in cui avete messo una costa di sedano, una carota, un rametto di rosmarino e 4 foglioline di salvia. Salate pochissimo e aggiungete un litro di acqua. Cuocere a fuoco dolce per 1 ora e un quarto. Spostare in una pirofila e far terminare la cottura in forno se volete le pentole pulite, altrimenti la cottura totale deve essere di un'ora e 40.

Per l'arrosto al latte:
1 kg Lonza o arista di suino
4 cucchiai olio
1 litro latte
Sale e pepe

Questo arrosto si fa totalmente in pentola. Soffriggere per sigillare tutti i lati dell'arista nell'olio caldo. Aggiungere il sale e pepe e poi il latte, lasciando cuocere per 1 ora circa

Passare con il frullatore ad immersione il sughetto e distribuire sulla lonza a fette di 1 cm.

Entrambi gli arrosti possono essere accompagnati con patate e/o insalata.

Buone feste e buon cenone di capodanno!!!

venerdì 29 dicembre 2017

Cenone di capodanno 2: idea primi piatti.

Due proposte per stupire i commensali il 31 al cenone, due primi da leccarsi i baffi: lasagnetta al radicchio monoporzione e spaghetti al pesto di erbe e pistacchi con gamberi.

Per la lasagna, ingredienti per 4 persone:

300 g radicchio tagliato sottilmente
Olio sale e pepe
3 sfoglie di pasta all'uovo a persona
500 ml besciamella
Parmigiano grattugiato
200 g provolone dolce

 Fate sudare il radicchio in padella per 10 minuti con olio sale e pepe.
 Sbollentate per un paio d minuti le sfoglie di lasagna, far asciugare e tagliare a metà.
Disporre in ogni terrina un cucchiaio di besciamella, una metà sfoglia, il radicchio tiepido, il provolone, il parmigiano e nuovamente la besciamella. Continuate fino alla ultima sfoglia su cui depositate solo della besciamella e un po di parmigiano.

Cuocere per 30 minuti circa a 180 gradi. Servire tiepida.

Il secondo primo è a base di pesce, o meglio crostacei!

Per 4 persone:
150 g pistacchi
1 mazzetto di prezzemolo e basilico
3 cucchiai abbondanti di Olio di oliva
5 gamberi a persona con la testa
350 g spaghetti


Pulite i gamberi, senza buttare le teste.
Quando mettete la pasta a cuocere, ponete nel mixer le erbe coi pistacchi, iniziate a dare qualche colpetto e a versare a filo l'olio per emulsionare. Vi consiglio di non frullare troppo finemente il tutto.
In una padella versare in paio di cucchiai di olio e cuocere per pochi minuti su entrambi i lati i gamberi e le teste.

Scolare la pasta al dente, condire con il pesto e impiattare accompagnando con 5 gamberi a persona e un po do sughetto rilasciato dalle teste.

Buonissime feste e a domani con i secondi piatti!!!

giovedì 28 dicembre 2017

Cenone di capodanno 1: idea antipasto.

Ciao a tutti come state? Buone feste!!!

Pronti per il cenone di capodanno? Avete già qualche idea sul menù?

Bene, se siete a corto, seguitemi in qst tre giorni: vi mostrerò qualche ricetta che potreste facilmente riprodurre lasciando i commensali soddisfatti e stupiti!
Iniziamo con l'antipasto: torta salata di porri.


Ingredienti per 4 persone:



1 rotolo di pasta sfoglia
250 g porri a fettine sottili
20 g burro
2 uova
1 manciata abbondante di parmigiano grattugiato
100 ml panna da cucina
Sale e pepe

Soffriggere i prri nel butto, facendoli stufare e appassire a fuoco basso per 10 minuti. Lasciar raffreddare.

Intanto preparare il ripieno: sbattere le uova, aggiungere panna e parmigiano, sale e pepe. Una volta raffreddati, aggiungere i porri.

Distributrire in una teglia foderata con la sfoglia pronta.
Infornare a 180 gradi fino a doratura.

Un secondo antipasto che posso consigliarvi: mazzancolle al forno con salsa cocktail


Ingredienti per 4 persone:

12 mazzancolle a persona
Sale, pepe e paprica
Olio di oliva
100 g maionese
100 g ketchup
1 cucchiaino di senape
Qualche goccia di salsa Worchester

Fate cuocere le mazzancolle condite con sale, pepe, paptica e olio per 15 minuti girandole dopo 6-7 minuti. Preparate la salsa mescolando maionese, ketchup, senape e se volere Worcester. Se avete qualche mazzancolla in più, spezzettatela e unitela alla salsa.

Ci vediamo domani per i primi piatti!!!!

Buonissime feste a tutti!!!


giovedì 21 dicembre 2017

BACCALà CON PATATE E OLIVE. E L'ATTESA DELLA VIGILIA HA UN PROFUMO INTENSO E BUONISSIMO!

Natale è alle porte e i preparativi per il cenone della Vigilia incombono...

Vi lascio velocissimamente una ricetta che potrete usare se amate il baccalà come succede a me!

Ecco cosa vi seerve:

1 kg baccalà dissalato e tagliato in pezzi quadrati
4 patate
200 g olive nere
brodo vegetale 400 ml
farina qb
1 cipolla
5 cucchiai di olio di oliva
3 foglie di alloro
sale e pepe qb


per prima cosa, tagliate e asciugate il baccalà e infarinatelo.
Fate imbiondire per bene la cipolla nell'olio e dopo qualche minuto versare il baccalà, facendolo cuocere e rosolare bene per 20 minuti.
In una seconda padella capiente versate altro olio e le patate tagliate a spicchi, irrorando con il brodo vegetale o eventualmente di pesce.
Dopo 5 minuti aggiungere il baccalà, le olive e l'alloro, mescolate e coprite facendo cuocere per 20 minuti.


Controllate se necessita sale e pepate, e servite tiepido.
Buon appetito!


Buon Natale e Buone Feste a tutti!!!

Bcai baci Catia!