venerdì 28 febbraio 2014

CROSTATA DI FINE MESE!

 
Nel primo mese del mio blog includo anche il mio mesiversario... siamo a 35 mesi insieme e per oggi ho voluto preparare un dolcino delicato e saporito in monoporzione a base di crema pasticcera, amaretti, rhum e una frolla un po' speciale.

Ecco la mia versione:
 
FROLLA RUSTICA:
150 g farina 00

domenica 23 febbraio 2014

PRIMO POST 'IMPEGNATO'!

Ciao, oggi torno con un argomento finora inedito, ed anche un po’ fuori dal leit motiv dell’intero blog. In questi giorni si sono susseguiti tanti eventi nefasti, nel piccolo della zona in cui risiedo e nel contesto più lato, quale è la situazione ribaltata dall’oggi al domani al governo. Suicidi, omicidi che forse sono solo delle scelte consapevoli di voler uscire dalle scene, capocciate che si sommano ad altre tra coloro che sono alla ‘guida’ (ahahaah, non esageriamo!) della nostra nazione …  
Un ragazzo di soli 23 anni decide di togliersi

mercoledì 19 febbraio 2014

CHE NE DITE DI ... USARE MANIFESTI 49X 34 cm PER FARE PERLE DI CARTA? Part 3


Eccomi nuovamente qui, come state? Ho avuto modo di completare solo oggi il tris di post sulle perle di carta, mostrandovi come ho assemblato dei bijoux utilizzando ciò che ho creato con dei semplici triangoli derivati da un manifesto. Dopo aver fatto almeno 2 perle per ogni tipologia (o di più per collane e bracciali), le ho inamidate (passate in 3 parti di colla vinilica e 1 di acqua o al massimo 2:1) e fatte asciugare all’aria per qualche ora; in seguito ho passato il flatting (o smalto trasparente) per 2 volte, lasciando asciugare bene tra una passata e l’altra.

Vi consiglio vivamente di lavorare sulle perle, e quindi di assemblarle in un gioiello, solo dopo qualche giorno dall’applicazione del lucidante: vi aiuterà ad esser certi che le perle siano del tutto asciutte ed inoltre l’odore forte sarà molto attenuato e quasi non si sentirà più.

Vi mostro 3 esempi pratici:

domenica 16 febbraio 2014

NUOVI BIJOUX ... IN PASTA DI MAIS.

Oggi voglio mostrarvi cosa ho ottenuto dall’uso di una pasta che ho preparato in casa in maniera facilissima: la pasta di mais.

 

Cercando su internet un’alternativa economica e facile da fare, ma anche resistente e affidabile, ho trovato delle informazioni su questo tipo di pasta. All’inizio, l’unica modalità per prepararla risultava ovunque essere mediante cottura, dovendo usare un pentolino solo ed esclusivamente per questa operazione. Poi, essendo presa dall’idea di voler assolutamente riuscire a provarla, ho scovato qualche sito e blog in cui si parlava della preparazione a freddo, ovvero senza pentolino né fiamme. L’ho provata seguendo la ricetta di http://cosedibea.blogspot.it/2013/07/ricetta-della-pasta-di-mais-freddo-e.html che prevede un quantitativo quasi identico di amido di mais (maizena o fecola) e colla vinilica:

·         60 g colla vin

sabato 15 febbraio 2014

POST SAN VALENTINO. COME è ANDATA RAGA???


Ciao a tutti,

ci risentiamo nel post- S. Valentino! Come è andata? Spero non possiate lamentarvi delle dolcezze ricevute così come è successo a me! Il mio amato mi ha piacevolmente sorpresa come prima non era ancora mai accaduto con mille piccole attenzioni!

Questo post sarà breve, perché ci tengo a mostrarvi come ho reso personale il mio piccolo pensiero amoroso: cioccolatini fatti a mano e una pendrive a cui ho aggiunto un cuore in carta rosso come portachiavi e al cui interno ho inserito un file privato con una vera e propria dichiarazione!
I cioccolatini li ho ottenuti sciogliendo del buon cioccolato fondente a bagno

mercoledì 12 febbraio 2014

ROMANTICA PARURE IN ROUGE!


Ecchime qua! Rieccomi insomma cari lettori, siamo quasi a San Valentino ed ho voluto cimentarmi in una parure completa per l’occasione fatta di … CARTA ovviamente.
Non si tratta però di carta riciclata, in quanto è necessario cartoncino colorato non rovinato, e su cui non sia scritto nulla. L’idea è nata qualche settimana fa: vedevo dei video su Youtube su come usare la carta per fare nuovi bijoux e tra le varie idee è arrivata davanti a me una ragazza (Ibekana, vi consiglio di sbirciare i suoi video perché è veramente brava!) che riproponeva un mio amore a prima vista, il quilling su cartoncino, con degli orecchini a forma di cuore azzurri.

 Lì lì è scattata la molla nella mia testolina e non smettevo più di ripetermi: devi farli anche tu, sarebbero perfetti per S. Valentino, ovviamente rossi! Così mi sono munita di

martedì 11 febbraio 2014

FORNO ACCESO??? ALLORA LIEVITIAMO!

Ciao a tutti,
vi è mai capitata una voglia irrefrenabile di morbidezza e scioglievolezza (sembra di ricordare lo spot di una famosa cioccolata svizzera) che non riuscite a far passare se non impastando qualcosa che va poi cotta in forno??? Ecco cosa mi è capitato oggi: mamma raccoglie, pulisce e sbollenta cavolfiori, finocchi, rape e broccoli. Fin qui nulla di che. Oggi li condisco in una semplice e anemica insalata con olio e aceto. Direi anche salutare, no?! Il resto decido di trasformarlo in una teglietta di verdure gratinate cosparse di cremosissima salsa bechamelle … OK, si accende la spia: devo accendere il forno, e la mia cucina ha un forno largo forse 1 metro, quindi sarebbe uno spreco mettere a cuocere solo una teglia di verdure e null’altro no? Allora decido di impastare … ma non mi limito qui: prevedo un doppio impasto.

Vi spiego meglio: voglio fare la torta alle rose (quella bellissima torta lievitata, non eccessivamente dolce, con all’interno burro e zucchero, che è composta da almeno 5- 6 spirali intorno e almeno un bocciolo centrale) che io adoro col ripieno di marmellata, ma poi penso che si possa farne anche una salata, con

TRA UNA CHIACCHIERA ED UNA FRITTELLA CARNEVALE PASSA IN ALLEGRIA!


Ciao a tutti, come state? Avvertite l’aria di carnevale oppure sembra di essere in un periodo privo di feste e di allegria? Diciamo che il clima non aiuta di certo, eppure nelle nostre case ci si mette poco a impastare e a trasformare la magica bianca farina in qualcosa di buono, goloso e friabile.

Per l’occasione vi propongo le chiacchiere di casa mia e le ‘fritole’, così almeno le ha chiamate Anna Moroni l’altro dì a ‘La prova del cuoco’, fatte con yoghurt e gocce

domenica 9 febbraio 2014

SCATOLA REGALO D'AMORE??? ECCOLA ... ED è TUTTA RICICLATA!


Mancano pochi giorni ad un altro San Valentino … voi che farete? Io lo passerò con il mio amore, almeno la serata.  Vi auguro quantomeno la stessa cosa :D poi se avrete più fortuna, passerete insieme l’intera giornata!

Che ne dite di questa scatolina a forma di cuore che contiene il dolce pensiero per la persona amata?

Vi dirò che per farla occorre qualche giorno, per questo pubblico il post col dovuto anticipo. Inoltre vi preannuncio che la struttura si basa su qualcosa di inatteso e che di solito si butta (vabbè non è una gran novità, visto che mi piace usare materiali di riciclo in vesti tutt’altro che ordinarie!).

Volete saperne di più???? Spero che la risposta sia si!

Cosa vi serve:

·         rotolo di carta igienica o da cucina

sabato 8 febbraio 2014

UNA PASTA CHE NON TI ASPETTERESTI MAI!! FINTA CARBONARA CON TONNO AFFUMICATO.

Ciao a tutti!
Oggi voglio deliziarvi con una ricettina che va bene sia a pranzo che a cena! Una sorta di carbonara di pesce!
Vi spiego l'antefatto: ieri sera il mio amato Ivan mi dice che avrebbe cucinato lui. Non so voi, ma non sapevo che aspettarmi dato che ha cucinato veramente poche poche volte in quasi 3 anni! Devo ammettere, però, che ogni volta si è cimentato in ricette a base di pesce (e per noi dell'entroterra non è cosa abituale!) venute molto bene!
Sembra una carbonara, eppure non ha niente a che fare con questa delizia italiana. Inoltre si rende adatta anche a chi non mangia carne. Giudicate voi che ne è venuto fuori!

Vi do la ricetta:
  • tonno affumicato

giovedì 6 febbraio 2014

VIVA IL SALAME E CHI LO FA!

Rieccomi di nuovo qui! Ciao a tutti!
Volevo raccontarvi di come si fa il maiale qui da me, in provincia di Cosenza.
Lo scorso fine settimana, anzi venerdì e sabato, insieme alla mia famiglia abbiamo lavorato sodo per fare il salame … si lo so, arrivare agli insaccati è lunga! E’ una pratica cruenta e antiquata che non piace sicuramente agli animalisti e a molti in genere quella che porta ad avere a disposizione le 2 mezzene da cui ricavare salsicce, soppressate e salami vari. Ma sorvoliamo sulle modalità e passiamo direttamente al momento clou in cui suddivide il maiale in molti pezzi destinati a diventare un tipo di salame anziché un altro.

Non so voi, ma per noi è una lotta contro il tempo per cercare di sistemare tutto il prima possibile. Viviamo l’evento come un lavoro, un tour di force assurdo finalizzato a far scomparire ogni traccia di carne e grasso dalla cucina rustica entro le 15:00 del giorno dopo! Ok siamo veloci, lo so!

Allora, vi elenco cosa facciamo ma niente foto questa volta:

Guanciale: si taglia la parte sottostante la mandibola fino alle orecchie escluse (guance in pratica) e

martedì 4 febbraio 2014

CHE NE DITE DI … USARE MANIFESTI 49X34 cm PER FARE PERLE DI CARTA? Part 2


Ciao a tutti,

rieccomi con la seconda parte riguardante le perle di carta ottenute tagliando il manifesto dal lato corto (nel senso della larghezza insomma).

Scusate ma nel post di ieri, nel salutarvi, ho scritto che la seconda parte avrebbe riguardato la carta dal lato più largo! E' un'inesattezza  definirla così, mentre è più corretto dire che si tratta del lato corto o comunque nel senso della larghezza del foglio stesso.

OK! Dopo questa correzione e ripetizione vi lascio alla descrizione delle perle (molto simile alle prime) e alle foto.


PERLE OTTENUTE TAGLIANDO LA CARTA DAL LATO CORTO.

Si taglia il manifesto per il lato meno largo allo stesso identico modo usato per il lato di 49 cm. Il risultato in tutte le perle è una circonferenza minore dovuta a un pezzo di carta ovviamente più corto.

CHE NE DITE DI … USARE MANIFESTI 49X34 cm PER FARE PERLE DI CARTA? Part 1


Ciao a tutti!

Oggi di nuovo pioggia e tempo triste … Inoltre ho appena scoperto dell’ennesima truffa sulle proposte di lavoro da casa uscite da un signore napoletano, accriccato ovviamente con altri, già noto a Striscia e non solo! Che tristezza in questo periodo storico così desolato e poco prospero!

Comunque bando alle ciancie e parliamo di altro! Lo so che le perle di carta non sono proprio l’argomento più nuovo del mondo, ma personalmente le trovo molto graziose e soprattutto rispettano tanto quello che è ultimamente il mio animo più ecologico ma allo stesso tempo ‘chiccoso’ ( si dovrebbe leggere  sciccoso!!!). Inoltre, esistono tanti modi di tagliare e arrotolare la carta così da avere vari tipi di perle adatti ad ogni carattere :D!

Ci tengo a farvi vedere cosa si può ottenere con un’attrezzatura minima sicuramente reperibile in ogni casa:

·         Righelli

·         Penna o matita

·         Colla

·         Taglierino

·         Superficie dove poter tagliare (io ho usato un tagliere).

Ed ovviamente anche il foglio di carta, che nel nostro caso è il manifestone gentilmente concesso dalla mia cara amica del cuore alla fine di un evento di cui è stata protagonista!



Seguitemi in questo foto- tutorial e buon divertimento!

domenica 2 febbraio 2014

Primo DOLCISSIMO post! Buon dolce della domenica a tutti!


Oggi mi sono dilettata nel fare un dolce. Mamma quanto amo i dolci … soprattutto se sono fatti col lievito di birra! Con questo clima un po’ così, non freddo ma umido, cupo e tristissimo ti viene voglia di coccole calde e soffici. Ecco  perché un lievitato zuccherino ma non troppo! Alla fine ho ottenuto un bellissimo danubio ripieno con marmellata di pesca e albicocca ed un rosone singolo con marmellata di fragole fatta in casa. Tagliarli col coltello è quasi contro natura, vien voglia di spezzarli con le mani e affondarci il viso! La cucina è invasa dall’aroma del bar al mattino e l’acquolina viene proprio a chiunque!



Procediamo con la ricetta:

sabato 1 febbraio 2014

MI DO IL 'BENVENUTO'

Sono Catia, ragazza calabrese 'felicemente disoccupata' in questi anni di crisi nera, anzi nerissima, con un'anima da sognatrice ad occhi aperti (pronta ai voli pindarici più disparati), da poeta rannicchiato nel suo mondo interiore, da biologa laureata che aspetta l'occasione della sua vita per svoltare e sbarcare il lunario, da innamorata cronica dell'unico meraviglioso ragazzo che le abbia cambiato l'esistenza.
Questo blog nasce come un modo per farsi conoscere dopo un weekend passato a casa della mia cara amica del cuore. Nasce anche dalla necessità (nonostante la mia indole silenziosa e solitaria) di comunicare agli altri ciò che faccio, riproduco, adatto, invento, ricordo ... in fondo è un modo per giustificare il mio essere volutamente golosa (tantoooo) e curiosa.
Troverete di tutto un po' nel mio diario, compresi consigli e note nati dalla mia personale esperienza nel fare e disfare carta, plastica, farine varie, parole, cotone e chi più ne ha più ne metta.
Salite a bordo, si inizia ...

Catia