lunedì 19 dicembre 2016

CASTAGNE CANDITE.

Le castagne candite, quelle che ricordano i marrons glacés, sono state un'impresa di non facile né veloce esecuzione, un po' come tutti i canditi!






Per le castagne, nello specifico, occorre lavorare sbucciando prima le castagne e poi sbollentandole per 15- 20 minuti in modo da poter togliere la pellicina direttamente a contatto con il frutto.

In seguito, si prepara uno sciroppo costituito da acqua, zucchero e miele a cui si somma altro zucchero in due giorni successivi e si versa sulle castagne bollite, proseguendo per 7 giorni.

Dunque, per 150 g di castagne, lo sciroppo si prepara con 500 ml di acqua e 400 g di zucchero e si versa sopra le castagne. Se vi va potete aggiungere una mezza bacca di vaniglia!
Il secondo giorno si aggiunge un cucchiaio di zucchero e dopo averlo portato a bollore si versa nuovamente sulle castagne.
Il terzo giorno si aggiunge un altro cucchiaio di zucchero e 1 di miele e si procede come in precedenza.
Dal quarto giorno in avanti si lascia solo bollire lo sciroppo e si versa sulle castagne che man mano lo assorbono candendosi.
Al settimo giorno si invasano le castagne candite con il proprio sciroppo e si gusta quando dopo qualche giorno almeno.


Felicissime Feste a tutti!!! Baci baci Catia

Nessun commento:

Posta un commento