venerdì 16 gennaio 2015

PANORAMICA SOGGETTIVA DELLA 1a GIORNATA A TU SPOSA EXPO- RENDE(CS)


Ciao a tutti, come va? Ieri e oggi intense giornate… in giro per studio e studi medici e poi TUSPOSAEXPO nella zona industriale di Rende (CS), zona che già conoscevo abbastanza bene vista la mia passata esperienza di operatrice telefonica.
Immagine liberamente tratta dalla home page del sito http://www.tusposaexpo.com/

Innanzitutto, occorre ammettere che fare una fiera per i futuri sposi in un punto che può e deve essere raggiunto solo ed esclusivamente via auto non mi sembra troppo azzeccata. Certo capisco che i capannoni si prestano molto bene all’organizzazione prevista per soli pochi giorni e all’allestimento di molti stands e passerelle.

Inoltre, il parcheggio a pagamento, beh… si poteva anche evitare… OK Ok parliamo di solo 1 euro, ma è una fiera pubblicitaria alla fine, dove ci si aspetta un certo afflusso, quindi metti un euro qui e sommane un altro là e si raggiunge un altro introito che poi non è nemmeno fatturato… o forse si, visti i blocchetti da cui i signori distinti ed eleganti che davano il benvenuto nel parcheggio staccavano degli anonimi e grigi bigliettini con 1 numero a 2 cifre. Boh, dovremmo chiedere al sindaco di Rende.
Ma passiamo alla esposizione!
L’inaugurazione
era prevista per le 16:00 con il taglio del nastro del Maestro Ernst Knam ,ma come ci si poteva attendere è slittata di oltre mezzora. Prima del taglio, sono usciti 2 sposi trampolieri con 2 ragazze che facevano loro da annunciatrici e che soffiavano bolle d sapone.

Poi, ecco il caro ‘RE’ uscire con i suoi mitici occhiali dalla montatura arancione sui capelli.

Dopo meno di 20 minuti ci siamo trasferiti in uno spazio non troppo grande, diviso da qualcos’altro tramite una sorta di tenda bianca che ha rischiato di far cadere parecchie persone, in cui eravamo un po’ schiacciati tra telecamere e macchine fotografiche e persone che facevano foto coi cellulari ed altre che registravano con il tablet. Metà spazio era occupato da un bancone e forno/ abbattitore del maestro dove ci ha mostrato come fare un dolce al cioccolato adatto anche a chi intolleranze con una mousse centrale di panna semi- montata e cioccolato fondente al 70%, mango e peperoncino. Interessante la piccola lezione su come scegliere un buon mango, peccato che quello più succulento e profumato forse ci costerebbe 10 euro al pezzo! Devo ammettere che immaginavo un dolce più scenografico, ma immagino fosse buono o di più! Lo hanno assaggiati in parecchi e ho sentito diversi complimenti. Per noi altri Knam ha preparato dei cioccolatini al cui interno era presente la mousse soffice e il mango. Il cioccolato era bello croccante, e di ottima qualità ovviamente. La mousse morbida e leggera ma molto piccante. Il mango fresco pulisce il palato ma mi è sembrato poco profumato, forse a causa del piccante del peperoncino. Tutto sommato un’esperienza sensoriale, ma non delle più memorabili.

Il resto dell’esposizione è stata un tripudio di liberi professionisti o rappresentanti di studi di wedding planning, fotografia, atelier per lei e lui, sale ricevimenti, addobbi floreali, gruppi d’intrattenitori che ad ogni angolo cercavano di impegnarti in una conversazione e sono tutti convinti di offrirti il must (con ovvi errori di ortografia sulle brochures) e soprattutto ad un prezzo normalissimo. Il più eclatante è stato un signore che mi ha illustrato una sala ricevimenti con tutto ciò che questa offre, dalla cerimonia all’americana al menù cucinato da chefs che hanno studiato all’ALMA di G. Marchesi, alla possibilità di pernottare con un entusiasmo incredibile. Poi è arrivata la fatidica domanda: secondo lei quanto potrebbe costarle tutto questo? Io non ne avevo la più pallida idea ma poi ho azzardato ( ed è proprio la parola giusta) una cifra che si è rivelata essere fatidicamente circa 20 euro in meno rispetto al costo effettivo del pacchetto. Volevo solo dirgli: senti se mi sposo anche da disoccupata, forse spenderei al massimo 35 euro a persona, non il triplo quasi no!? Comunque non potete nemmeno immaginare la sua faccia, ragazze/i! Ancora adesso rido!

Bene, miei cari, se riuscite passateci: ogni giorno sono previsti degli appuntamenti all’angolo del gusto con alcuni degli chefs delle strutture in stand. E mi raccomando: fate il percorso consigliato (insistono parecchio su questo, e non ne capisco il perché! Se a me va di andare in direzione opposta alla freccia che fate? Mi fucilate?)! Ahah scherzo!

Buon Matrimonio a tutti!


Baci baci a presto

Nessun commento:

Posta un commento