venerdì 18 dicembre 2015

VOLEVO FARE IL PANTERRONE DA REGALARE MA QUALCOSA è ANDATO AL POSTO SBAGLIATO. FOTOTUTORIAL E RISULTATO.

  Ciao a tutti, come va?
Vi mostro il mio panterrone. O meglio quello che in teoria sarebbe un panterrone ma in pratica non ho capito bene che sia!




Iniziamo:

per un panterrone da 750 g

Primo impasto
-   60 g lievito madre 
- 135 g farina manitoba
-   50 g zucchero 
-   70 g acqua 
-   60 g burro
-   50 g tuorli 

Secondo impasto
-  60 g  farina di forza o manitoba
-  50 g zucchero 
-  50 g tuorli
-  50 g burro
-    3 g sale
-  10 g acqua
-225 g farcitura
- 40 g aroma 


pasta aromatica 
- 20 g di miele
- 20 g di burro sciolto
- 20 g di arancia candita home-made
- 10 g di sciroppo di arancia candita
- 1 baccello di vaniglia e tutti i semini 
- 6 o 7 chicchi di uvetta ammollati nel  rum scolati ma non strizzati
- buccia di 1 limone
- un pizzico  di cannella in polvere

farcitura
- 80 g fichi secchi 
- 75 g pepite di pasta di mandorle
- 25 g mandarino candito (buccia)
- 45 g cioccolato fondente 

pasta di mandorle

- 50 g di mandorle
- 40 g di zucchero
- 20 g di acqua
- 3 gocce di aroma mandorla

Partiamo col primo impasto;
Pesate tutti gli ingredienti e teneteli a portata di mano.
Montate i tuorli con lo zucchero.



Versate buona parte della farina e l'acqua nella planetaria e impastate.

 

Aggiungete la pasta madre e incordate, lavorando per 20 minuti.

 

Iniziate ad aggiungere il burro a pomata e inseritelo idealmente in tre volte, alternandolo alla farina rimasta.

 

 

 

Portate a incordatura e versate l'impasto del panterrone in una ciotola in cui lasciarlo lievitare fino a triplicare.

 

Intanto preparate gli ingredienti per il secondo impasto, tra cui le pepite di mandorle ( macinando le mandorle e unendole ad uno sciroppo lasciato addensare sul fuoco con acqua e zucchero, rimestando fino  quando non si forma una palla che si stacca dalle pareti della pentola) e il resto del ripieno tagliuzzandoli a piccoli pezzetti.

Dopo la lievitazione (nel mio caso circa 9 ore in microonde con un pentolino di acqua calda vicino) montate i tuorli e lo zucchero e poi NON fate come me! IO HO UNITO L'IMPASTO ALLE UOVA DIRETTAMENTE mentre OCCORRE LAVORARE L'IMPASTO DA SOLO PER 5 MINUTI E POI AGGIUNGERE LE UOVA A DOSI INTERVALLATE DALLA FARINA!

 

Vabbè, comunque io ho lavorato uova e  impasto per qualche minuto (sicuramente rovinandolo!), ho aggiunto la farina
 

poi ho aggiunto in più dosi la pasta aromatica  e ho lasciato lavorare alternando un cucchiaio di farina; ho poi aggiunto a filo l'acqua in cui avevo idratato il sale.

 

Aggiungete il burro a più riprese, alternando sempre alla farina.
 

Lasciate lavorare fino a incordatura (ovviamente nel mio caso questa non si poteva più raggiungere!!!! Nel vostro caso avrete ottenuto un bell'impasto liscio e elastico che lascerete puntare all'aria per trenta minuti e poi pirlerete per 2 volte di fila a distanza di 40 minuti per poi inserirlo nel pirottino basso.). Stendete l'impasto in una sfoglia e aggiungete il ripieno, richiudendo i lembi verso il centro. Lasciate riposare per trenta minuti e poi:
- o pirlate
- o fate fare un riposo in frigo da 6 a 12 ore e poi tirate fuori per far acclimatare e poi pirlare 2 volte

 

Fate lievitare fino a 2 cm dal bordo del pirottino e poi infornate per 40- 50 minuti a 165 gradi.

 

Fate raffreddare a testa in giù e poi potete imbustare!! O servire! Di solito, si consiglia di aspettare una settimana prima di gustarlo ... ma fate voi!!!

 


Baci baci a domani con IL PANTERRONE 2, LA VENDETTA!
Catia

PS. la ricetta è sempre tratta da Tamara di Un Condominio In Cucina.

Nessun commento:

Posta un commento