mercoledì 19 febbraio 2014

CHE NE DITE DI ... USARE MANIFESTI 49X 34 cm PER FARE PERLE DI CARTA? Part 3


Eccomi nuovamente qui, come state? Ho avuto modo di completare solo oggi il tris di post sulle perle di carta, mostrandovi come ho assemblato dei bijoux utilizzando ciò che ho creato con dei semplici triangoli derivati da un manifesto. Dopo aver fatto almeno 2 perle per ogni tipologia (o di più per collane e bracciali), le ho inamidate (passate in 3 parti di colla vinilica e 1 di acqua o al massimo 2:1) e fatte asciugare all’aria per qualche ora; in seguito ho passato il flatting (o smalto trasparente) per 2 volte, lasciando asciugare bene tra una passata e l’altra.

Vi consiglio vivamente di lavorare sulle perle, e quindi di assemblarle in un gioiello, solo dopo qualche giorno dall’applicazione del lucidante: vi aiuterà ad esser certi che le perle siano del tutto asciutte ed inoltre l’odore forte sarà molto attenuato e quasi non si sentirà più.

Vi mostro 3 esempi pratici:


Bracciale costituito da perle lunghe 5 cm, tenute insieme da filo da pesca e reso indossabile tramite l’uso di una catenella e un gancio a moschettone.

Ho iniziato facendo passare il filo attraverso la perla, così da avere un capo a destra e l’altro a sinistra. Per la seconda perla ho fatto passare i due lati del pezzo di filo, inserendo prima un lato da un capo della perla e poi l’altra punta dal capo opposto (nella perla è come se si creasse un incrocio, una X). Si tira bene per fissare e si prosegue fino a esaurimento delle perle e del filo. Alla fine si fa un triplo nodo e si blocca bruciacchiando le estremità (così i due fili si condensano in 1 solo), cercando di farlo finire in prossimità di uno dei capi della perla.  Ho poi fatto un cappio ad entrambe le perle finali con filo argentato di 0.5 mm, lasciando una porzione di circa 1 cm che poi attorciglio ad uncino per poi agganciare una catenella di 7 anelli da bigiotteria da un lato, mentre dall’altro ho inserito il moschettone sempre tramite un anellino.







 

Orecchini 1, costituiti da perle grandi lunghe 5 cm ottenute con 5 triangoli di carta.

 Ho fatto passare attraverso la perla un filo argentato di 0.5 mm, l’ho attorcigliato a forma di spirale per 3-4 giri con una pinza a punte coniche, ho inserito un fiore  copriperla, la perla, un altro fiore e ho eseguito una ulteriore spirale. Nel foro della spirale ho fatto passare un anello a cui ho aggiunto un cristallo nero e la monachella.




Orecchini 2, con perle lunghe 4 cm a forma di ‘batteria’ (come le ha ribattezzate oggi la mamy! :D), ottenute con un rettangolo lungo 49 cm e largo 4.

Ho usato un chiodino per questo nuovo tipo di gioiello, ho aggiunto 1 fiore copriperla prima e dopo la perla e con l’ultima parte del chiodo ho fatto un cappio che ho usato per applicare un anellino e una monachella.


Qui di seguito altri 3 esempi ottenuti con perline mini

Perline rotondeggianti smaltate di turchese

Perle piatte e larghe.

Sperando di non avervi annoiato, vi saluto e … alla prossima!

Baci baci Catia

 PS. scusate sempre la qualità delle foto!

Nessun commento:

Posta un commento